ANTONIO PANICE

antoniopanice

Attore e insegnante.

 

Antonio Panice, si ammala di teatro, secondo fonti incerte, quando aveva dodici anni.

Nasce a Napoli il 13 giugno 1990 e debutta come attore tra i professionisti nel marzo del 2010 nell’Eunuco di Terenzio con la compagnia I bugiardi, a Milano.

Dopo aver frequentato il laboratorio teatrale del Liceo Scientifico Copernico di Brescia, prosegue il suo percorso per due anni con Lascuoladellattore de Il Nodo Teatro, e un anno presso l’Officina di Minima Teatro; cura in seguito la propria formazione scegliendo e seguendo stage e laboratori tenuti da Fabio Banfo, Marco Sgrosso, Fabio Maccarinelli, Giacomo Gamba, Monica Conti, Giuliano Bonanni, Danio Manfredini, Eimuntas Nekrošius, Elisa Benassi (Psicofonia), Alessio Targioni (Clownerie), Giulia Gussago (Danza Contact), Daniela Visani e Jessica Lionello (Commedia dell’arte), Giulia Spattini (Teatro Danza) e Francesca Della Monica (Voce).

Collateralmente alla formazione e agli studi universitari (si laurea in Lettere Moderne nel 2013 e in Filologia Moderna nel 2017 col massimo dei voti) lavora come attore, e più raramente come regista, per diverse compagnie, quali: Malcostume (di cui è tra i fondatori), I bugiardi, Teatro a Pedali, Wonder Woman Enterprise, La piccola compagnia stabile di Brescia – S.R., Centopercento Teatro, Belcan, Collettivo Tereshenko, Chronos3, I Comici del Savio e Teatro Telaio.

Centopercento Teatro è la sua attuale casa teatrale.

Ha studiato chitarra classica presso il Maestro Flavio Bonometti (1999-2005). Dal 2006 al 2011 suona, canta e scrive brani per diversi gruppi musicali attivi nel bresciano. Da ottobre 2013 comincia lo studio autodidatta di pianoforte. Con la band Falena partecipa al Music Village 2009, tenutosi a Simeri (CZ); tra 160 brani in lizza, “La filosofia del burrone”, brano inedito, si posiziona al quarto posto della top ten stilata della rivista Rockol. Per il teatro produce le musiche per gli spettacoli: Crave di Sarah Kane, regia di Monica Conti (2012); Machina per Malcostume, che partecipa al Fringe Festival di Edinburgo (2016); si occupa della drammaturgia musicale per il progetto Senza dote (2018) di Ettore Oldi, che arriva alla terza selezione del Biennale College Under 30 a Venezia; in Vita nuova (2021) per Centopercento Teatro compone, canta e suona dal vivo sei pezzi tratti dai sonetti di Dante.

A livello cinematografico prende parte a diversi cortometraggi, e nel 2015 è co-protagonista nel lungometraggio L’estraneo – The outsider, regia di Roberto Rup Paolini.

Nel 2012 vince a Roma il Premio Mazzella come miglior interprete per il recital L’incidente.

Dal 2012 si occupa di pedagogia teatrale tenendo laboratori dentro e fuori istituti scolastici.

Nel gennaio 2020 pubblica la sua prima raccolta di poesie, Rime sperse, per la Temperino rosso – Edizioni.

TORNA ALLA PAGINA PRINCIPALE

Siamo a Brescia, Villaggio Ferrari n° 25

 

amministrazione e corsi:  
chiara@centopercentoteatro.it
tel.+39 375 6197095

 

organizzazione e spettacoli:  
info@centopercentoteatro.it
tel.+39 375 6197095

Associazione Centopercento Teatro  |  Villaggio Ferrari n.25  |  25125  |  Brescia  |  info@centopercentoteatro.it  |  Tel.+39 375 6197095  |  P.I. 03155490984

webmaster: Andrea Poddighe  |  realizzazione grafica: Zora Romanska  |  Privacy  |  Cookies Policy