MISANTROPO, DA MOLIÈRE

misantropodamolire

in collaborazione con Le Mani Nude

regia di Ettore Oldi

assistente alla regia Chiara Cervati

traduzione Antonio Panice

scenografia Ester Bonetti

con Matteo Bertuetti, Silvia Napoletano, Antonio Panice, Giacomo Segulia

 

I personaggi principali (Alceste, Filinte e Celimene) si contrappongono, nella loro profonda umanità, a tutti gli altri, quasi delle marionette nella loro piatta ipocrisia e nelle loro vuote smancerie. Quella corte che in Molière rappresenta la reale corte francese secentesca, che tante gioie e dolori aveva riservato al drammaturgo, diventa così ogni genere di potere, di fronte al quale si fnge, ci si piega, si scende a compromessi. Potere politico, potere sociale, potere mafoso, potere sessuale, fno a quei piccoli grandi poteri che si esprimono tramite le informazioni che si possiedono sulle altre persone. Tuttavia ciò che Filinte sa, ma che Alceste ignora, è che una piccola dose di ossequio alla formalità sociale è necessaria alla vita. Cominciare ad interrogarsi sull’intima verità delle parole e delle azioni di coloro che ci amano signifca imboccare una strada senza uscita. Una strada profondamente masochista, che inevitabilmente porta alla follia o al deserto, dopo una lunga lotta contro un avversario invisibile, capace di inquinare ogni nostra relazione umana.

TORNA ALLA PAGINA SPETTACOLI

Siamo a Brescia, Villaggio Ferrari n° 25

 

amministrazione e corsi:  
chiara@centopercentoteatro.it
tel.+39 375 6197095

 

organizzazione e spettacoli:  
info@centopercentoteatro.it
tel.+39 375 6197095

Associazione Centopercento Teatro  |  Villaggio Ferrari n.25  |  25125  |  Brescia  |  info@centopercentoteatro.it  |  Tel.+39 375 6197095  |  P.I. 03155490984

webmaster: Andrea Poddighe  |  realizzazione grafica: Zora Romanska  |  Privacy  |  Cookies Policy